7 commenti su “CCFL to LED: TV backlight conversion

  1. Pingback: Quando il problema sono i CONDENSATORI | marcellinoesposito

  2. Ciao, sono finito sul tuo sito proprio perchè vorrei fare una cosa simile. Pare che il mio ptoblema sia l’inverter che fra parentesi è integrato sulla scheda di alimentazione. Il tv è un 22 pollici e si accende per due secondi. Immediatamente dopo spegne le lampade e rimane scuro pur continuando a riprodurre l’audio. Pertanto stavo valutando una soluzione simile alla tua. La mia scheda alimenta a 13.3v circa la scheda di controllo pertanto vorrei prendere la tensione da lì magari aggiungendo un carico per abbassare il potenziale. Le lampade da sostituire sono 4 e l’inverter sui connettori delle lampade è un 936Vrms e 7.5mA. Credi sia fattibile

    • si è fattibile, ma attenzione a non mettere carichi sulla bassa tensione (13.3v mi sembra alto, forse sono 12-12,5v?) perchè hai a che fare con alimentatori switching… otterresti sempre la stessa tensione ma sovraccaricando l’alimentatore. Tenta la modifica con striscie led. NB. se l’alimentazione del monitor non basta, puoi sempre optare per un piccolo alimentatore dedicato comandato da relè sui 12v, o transistor con segnale di accensione 😉

  3. le strisce che si notano al buio sono causate non tanto per la mancanza di altre strisce led che potrebbero compensare il difetto , ma per la mancanza di diffusori sui led stessi.
    il pannello led come anche i pannelli dei notebook hanno un distributore di luce composto da un pannello di plexiglass che viene attraversato dalla luce e spostato/riflesso in avanti.
    in questa configurazione la o le lampade sono montate ai lati di questo pannello.
    in quelli led di grandi dimensioni le lampade led hanno montato sulla sommita una sorta di lente che diffonde la luce sul piano orizzontale proiettandola ai lati del pannello e irradiando il diffusore.
    viso il numero di lampade ccfl montate in questo acer puo darsi che il diffusore sotto al pannello tft non fosse montato sfruttando la massima luminosita delle lampade stesse.
    ma se fosse il contrario basterebbe schermare la luce che va in verticale dei led facendola riflettere sul piano orizzontale.
    ma a volte e meglio accontentarsi che perdere tempo.
    avendo effettuato tantissime riparazioni su pc tv posso dirvi che le attuali lampade led montate nelle tv non hanno la durata che tanto reclamano.
    ci sono in giro tv lcd ccfl che da oltre 6 anni funzionano ancora e le lampade non si sono esaurite, mentre i led durano molto meno.
    forse a causa di errati settaggi da parte dell’ utente, infatti ogni volta che riparo un pannello led dopo aver sostituito i singoli led guasti , all’ accensione trovo sempre la luminosita al 100%.
    l’ utente medio appena comprata la tv no perde tempo in regolazioni al massimo fa la scansione dei canali e via.
    lo faranno apposta a laciare tutto al massimo?

    • Leggo e sottoscrivo tutto 😉
      All’inizio ero tentato di riaprire il pannello ed interporre una lastra di plexyglass bianco in modo da diffondere maggiormente la luce, ma alla fine si tratta di un TV gia’ salvato in extremis, non vale la pena perderci ulteriore tempo (accanimento terapeutico?).
      Il problema che esponi sulla dubbia durata dei LED e’ una cosa trisptemente nota: OBSOLESCENZA PROGRAMMATA.
      Rimanendo nel campo dell’illuminazione, ho visto lampade CFL dei pimi anni ’90 (quelle che costavano un’enormita’!) durare 15 anni senza sfarfallii o perdite di intensita’ luminosa. Al tempo stesso, ho visto lampade LED odierne bruciarsi nel giro di qualche mese. Che si tratti del circuito interno di alimentazione o del diodo LED stesso, poco importa. Oggigiorno cio’ che compri e’ destinato a durare relativamente poco, il tempo di uscire dalla garanzia.
      PS. la luminosita’ al massimo di cui parli, e’ anche un po’ colpa nostra (leggi: dell’utente medio). “TANTO E’ MEGLIO” sembra essere lo slogan di questi tempi.
      Personalmente imposto la luminosita’ a livelli medi, senza esagerare. Ho visto troppi dispositivi venir rottamati per un uso smodato di standby selvaggio (addio alimentatori), luminosita’, colore (ricordi i vecchi TV a tubo catodico con i fosfori esauriti? o i pixel dei primi plasma che morivano troppo presto e troppo frequentemente?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...